11 febbraio 2019


16/04/2019

Progetto Art Theraphy

Sono giorni di "arte terapia" questi al Liceo San Pellegrino! In collaborazione con l'arte terapeuta Romina Grossi, i ragazzi delle prime quattro classi partecipano a sedute di Arteterapia, che implica l’uso di attività artistiche e creative come mezzo per migliorare la qualità della propria vita.

Per la classe prima la tematica scelta è "conoscere se stessi - autostima e accettazione". Su questo i ragazzi lavorano tramite accoglimento dei differenti aspetti di ogni persona, per poter prendere atto della ricchezza di ciascuno, la scoperta dei messaggi positivi ed incoraggianti, di autosostegno, che possono imparare a trasmettere a sè stessi.

Per la classe seconda la tematica è "rispettare se stessi - dare voce ai differenti stati d’animo". Riconoscere dove ci troviamo e quali emozioni ci caratterizzano in questo momento della nostra vita, per imparare a gestirle in modo più efficace; scoprire da cosa ci nascondiamo, cosa temiamo di mostrare, e se questo meccanismo difensivo è più utile o dannoso. Portare alla luce le qualità e le risorse possedute ma, spesso, non attivate, non utilizzate.

La classe terza lavora sul tema "Gestire ansia e aspettative". Insieme a Romina i ragazzi tentano di portare alla luce la differenza tra doveri e desideri, riconoscendo che, spesso, le aspettative dalle quali ci sentiamo appesantiti o schiacciati provengono da noi; imparare a tradurre pensieri e preoccupazioni in possibilità ed opportunità, riconoscendo i meccanismi mentali, dannosi per noi, che mettiamo in atto; riconoscere la reale entità di ciò che ci turba, le facoltà che abbiamo di affrontare le diverse situazioni, attivandoci in maniera differente, creativa.

Per la classe quarta Romina ha scelto la tematica: "Vivere relazioni interpersonali sane - incontro e condivisione".Si tratta di riconoscere quali ruoli giochiamo nella nostra vita, quali sono i nostri stili ripetitivi,per imparare ad arricchire il nostro bagaglio di modalità relazionali; vedere la differenza tra l’espressione di una propria emozione e il giudizio dell’altro, tra il"parlare di me e il parlare di te", per imparare a porsi nelle relazioni in maniera più onesta e meno giudicante, per avvicinarsi di più ad una forma di comunicazione assertiva.

Tutti i lavori proposti negli incontri di arte terapia si sviluppano attraverso gli strumenti del collage, del disegno e della scrittura creativa, intesa come giochi di parole e non come indagine interiore.Tutti gli incontri, per i diversi percorsi delle quattro classi, sono finalizzati all’acquisizione di una maggiore autoconsapevolezza emotiva, per un’accresciuta sensazione di benessere con se stessi e nel mondo. L’obiettivo principale è quello di poter mostrare ai ragazzi che, accanto alle mete, preziose e legittime, del sapere e del saper fare, vi è spazio anche per quella, ben più nutriente, del saper essere; mettersi in gioco, nel rispetto di se stessi, con quello che si prova e con la verità di ciò che si è, come reale valore aggiunto, come ricchezza derivante dalla diversità di ognuno.



02/04/2019

Alternanza scuola-lavoro: maestri per un giorno

Questa mattina è cominciato il percorso di alternanza scuola lavoro degli studenti di classe IV presso gli asili del Comune di Misano. Il primo gruppo di studenti insieme alla prof. Cilla si sono recati all'asilo di Villaggio Argentina accompagnati dal minibus del Comune e sono stati accolti da due gruppi di bambini, uno di 11 e uno di 13. 

Le lezioni sin dal primo incontro si svolgono totalmente in lingua inglese e i piccoli allievi sono molto aperti e ben disposti nei confronti di tutti i giovani insegnanti che cantano, ripetono, saltano e giocano con le flash cards e copiano e colorano nell'eserciziario creato per loro dagli studenti liceali. 

Infatti tutto il materiale che usiamo è frutto dell'impegno degli studenti che ha creato una varietà di materiale interattivo per rendere queste settimane di "full immersion" dinamiche e piacevoli. Alla partenza dopo le prime due lezioni i piccoli dell'asilo hanno continuato a salutarci con gli occhi pieni di gioia. Speriamo di continuare ad entusiasmarli ed anche a sorprenderli con delle lezioni dinamiche e divertenti.



29/03/2019

A scuola di lettura!

Le classi del primo biennio hanno partecipato al laboratorio di educazione alla lettura "La verità, vi prego, sull’amore" insieme ad Alice Bigli esperta di letteratura per ragazzi.

Questo percorso ha permesso agli studenti di esplorare una bibliografia molto ricca di testi di differente complessità e approccio sul tema dell’amore.Durante gli incontri, sono state fornite informazioni che hanno guidano ogni studente nella scelta di uno dei libri.Al termine della lettura, attraverso un gioco di citazioni, gli studenti hanno restituito alla classe i contenuti delle letture, le opinioni, le emozioni e le differenti chiavi di lettura delle storie incontrate, sottolineando continuità e divergenze tra i testi.Il percorso oltre all’accrescimento personale degli studenti nella conoscenza di sé e dell’altro,ha favorito l’espressione delle opinioni personali.

L'iniziativa fa parte del progetto "Educazione alla lettura" che il Liceo San Pellegrino propone ogni anno ai suoi studenti 

e promuove in collaborazione con il Festival Mare di Libri di Rimini, la Libreria Viale dei Ciliegi 17 e con Alice Bigli, esperta di promozione alla lettura. 



14/03/2019

Gli studenti San Pell protagonisti di una tesi magistrale sull'inglese

Elena Campobassi ha condotto una indagine linguistica nelle classi III, IV e V per la sua tesi magistrale, preparando dei test di pronuncia a cui gli studenti con livello B2/C1 hanno partecipato con molto interesse. Elena Campobassi aveva frequentato la SSML San Pellegrino ed è da sempre rimasta in contatto con la la nostra fondazione.
Il liceo e’ stato lieto di poter collaborare con lei!

(nelle foto Elena con la nostra quinta e il ringraziamento che ha voluto inserire nella tesi)



Grazie Josè!

Pubblichiamo (in italiano e spagnolo) la lettera che José Ciro Cardona ci ha lasciato alla fine della sua collaborazione con il Liceo San Pellegrino. José ha lavorato presso il nostro istituto per alcune settimane, aiutandoci a implementare alcuni progetti CLIL in lingua spagnola nelle materie di Scienze naturali e Scienze motorie. 

Siamo noi a voler ringraziare Josè per la sua disponibilità, la sua professionalità e l'umanità che ha mostrato in questo periodo di lavoro insieme. Grazie! 

Lettera aperta Liceo Linguistico San Pellegrino

La prima volta che sono venuto a conoscenza del Liceo Linguistico l'ho inteso come un istituto di lingue frequentato da coloro che volevano studiare o imparare una lingua; invece quando sono arrivato qui al San Pellegrino mi sono reso conto che questa scuola fa parte del sistema educativo italiano, cosa che mi ha lasciato sorpreso sin dal primo momento, dato che questo non succede né nel mio paese né in altri paesi. La prima cosa che voglio sottolineare è la fortuna che hanno gli studenti ad avere l’opportunità di studiare e imparare quattro lingue sin dalla scuola. Forse voi ragazzi non lo capite adesso, ma in futuro vi renderete conto del grande cammino che avete costruito e delle molte porte che si vi si apriranno essendo multilingue!

In secondo luogo voglio sottolineare il grande rispetto che voi studenti avete l'uno verso l’altro e il modo in cui le opinioni e le decisioni di ogni persona sono tenute in considerazione: questo porta ad un alto livello pratico il concetto di tolleranza.

Grazie mille alla preside Vanna Cilla per aver aperto le porte ad AIESEC al fine di realizzare il progetto. È grazie a persone come lei che questo tipo di istituzioni possono dare la possibilità a persone come me di fare un’esperienza internazionale così significativa. Inoltre, grazie infinite alle prof.sse Sara Marcolini, Elisa Albani e Consuelo Calcagnini per avermi permesso di accompagnarle nelle loro lezioni e di conoscere così in prima persona la modalità d’insegnamento di un liceo italiano. Infine, grazie mille a ognuno degli studenti per avere accettato di ricevere una persona straniera ad accompagnarvi durante le vostre lezioni; spero che sia stato di vostro gradimento e che quel poco (o molto) che vi ho potuto insegnare possa tornarvi utile nelle vostre vite.

Per quanto riguarda l’Italia, voglio dire a tutti che mi è piaciuta. Il cibo è delizioso, specialmente i molti tipi di pasta che avete. Il sistema di trasporto è meraviglioso, i paesaggi, soprattutto di alcune città, sono fantastici e in quanto alla lingua... imparare l’italiano è tanto difficile per me quanto lo è per voi imparare lo spagnolo!

Spero che voi possiate continuare ad imparare, conoscere e soprattutto meravigliarvi del mondo in cui viviamo. E qui va il mio consiglio a tutti voi: viaggiate ogni volta che potete, il mondo è molto grande e noi effimeri. Detto questo, siete tutti i benvenuti nella mia terra, nella mia bella Colombia!

                                                                                                                                             

                                                                                                                                                                             Un abbraccio

José


--------- 

 La primera vez que leí acerca del Liceo Lingüístico lo entendí como un instituto de lenguas donde quienes querían estudiar o aprender algún idioma asistían; sin embargo cuando he llegado aquí me he dado cuenta que hace parte del sistema educativo italiano, cosa que me ha dejado sorprendido desde el primer momento, puesto que esto no ocurre en mi país ni en otros países; por lo cual lo primero que quiero recalcar es lo afortunados que son los estudiantes al tener la oportunidad de aprender y estudiar cuatro idiomas desde la escuela. A lo mejor ustedes (los estudiantes) no lo comprenden ahora, pero en el futuro se darán cuenta de un gran camino que se han ahorrado y de las muchas puertas que se abrirán para ustedes al ser multilingües.

Por otro lado, quiero resaltar el gran respeto que se tienen unos a otros y la manera en que la opinión y las decisiones de cada una de las personas son tenidas en cuenta; además de llevar a un alto nivel práctico el concepto de tolerancia. 

Muchas gracias a la directora Vanna Cilla por haberle abierto las puertas a AIESEC con el fin de crear el proyecto, es gracias a personas como ella que este tipo de instituciones pueden darle la oportunidad a personas como yo, de tener una experiencia internacional tan enriquecedora. Por otra parte, infinitas gracias a las profesoras Sara Marcolini, Albani y Consuelo Calcagnini por haberme permitido acompañarlas en sus clases y conocer de primera mano la forma de enseñanza de un liceo italiano, y por último muchísimas gracias a cada uno de los estudiantes por haber aceptado recibir a una persona extranjera para acompañarlos durante sus clases; espero haya sido de su agrado y que lo poco o mucho que les haya podido enseñar pueda ser de utilidad en sus vidas.


Ahora en cuanto a Italia, quiero decirles a todos que me ha encantado, la comida es deliciosa; especialmente los muchos tipos de pasta que tienen. El sistema de transporte es maravilloso, los paisajes especialmente de algunas ciudades son fenomenales y en cuanto al idioma, aprender italiano es tan difícil para mi como lo es para ustedes aprender español.

 

Espero que puedan seguir aprendiendo, conociendo y sobre todo maravillándose del mundo en el que vivimos; y aquí va mi consejo para todos: viajen cada vez que puedan, el mundo es muy grande y nosotros muy efímeros; dicho esto, todos son bienvenidos a mi tierra, a mi bella Colombia.

                                                                                                                                                                               Un abrazo.

                                                    José.


The Cambridge Experience


Sarah e Dolan, i docenti provenienti dallo Select English College di Cambridge che questa settimana hanno svolto lezione presso il nostro Liceo, ci scrivono per salutarci e raccontarci le attività di questa intensa settimana. Sarah ci ha anche lasciato un piccolo componimento in versi. Enjoy! 

Monday 18 February – Friday 22 February 2019 

The Cambridge Experience at Liceo, San Pellegrino

For the students, this was a full week of reading, writing, listening and speaking English. We achieved this through a variety of exercises inside and outside the classroom. 

It was clear from the onset that students enjoyed taking the initiative to communicate in English unaided. By the end of the week all of the twenty-four students had all engaged with the process in some form or another. Every student was given ample opportunity to participate within, and beyond, their comfort zone irrespective of their ability. It was heart-warming to catch the sparkle in someone’s eye when they found themselves in a clearing within the sometimes "dense forest" of a foreign language. 

The students’ knowledge of the construction and vocabulary of the English language was far beyond anything we had envisaged before arriving at the school. Compliments and praise should go to the students, their families and their teachers at San Pellegrino. 

We worked with pens, pencils and colour. We worked alone, in two’s and in groups. We used paper, card, yellow spectacles and balls. Besides reading, writing, speaking and listening, we drew, we designed, we invented, we questioned, we debated, we voted, we sang, we played, we rhymed, we argued, we shouted, we moved and we laughed. We wish the students every success.

 

Sarah Dolan e Daniel Hancock

Select English College, Cambridge

 

 Per gli studenti, la scorsa settimana è stata una full immersion nel leggere, scrivere, ascoltare e parlare in lingua inglese. Abbiamo raggiunto tali obiettivi attraverso una varietà di esercizi, sia in aula che fuori dalla classe.

Fin dall’inizio è apparso chiaro che gli studenti desideravano esprimersi in inglese e coglievano qualsiasi occasione per parlare liberamente. Ad ogni studente è stata data ampia opportunità per partecipare in modo completo anche andando oltre le proprie sicurezze linguistiche. È stato veramente soddisfacente vedere la gioia negli occhi degli studenti quando riuscivano a trovare l'espressione chiave nei meandri della "densa foresta" della lingua straniera.

La conoscenza linguistica degli studenti, sia nella costruzione della frase sia lessicale, era di gran lunga superiore a quanto ci aspettassimo prima del nostro arrivo. Complimenti quindi agli studenti, ai genitori e agli insegnanti del Liceo San Pellegrino.

Abbiamo utilizzato penne, matite, colori. Abbiamo lavorato individualmente, in coppia e in piccoli gruppi. Abbiamo utilizzato carta, cartoncini, oggetti vari e palloni. Oltre a leggere, scrivere, parlare ed ascoltare, abbiamo disegnato, inventato, fatto domande, discusso, votato, cantato, giocato, creato rime, argomentato, parlato ad alta voce. Ci siamo anche mossi liberamente e ci siamo divertiti tanto.

Auguriamo a tutti gli studenti i  migliori successi.

 

Sarah Dolan e Daniel Hancock

Select English College, Cambridge



W A R N I N G !

 Artists @ work

 - to the pirates and penguins,

 poets and singers,

 teacher irritators and

 phrase rearrangers

 - to the paragraph writers

 and internet searchers

 - to the word collectors

 - to the comic illustrators

 - to the wobbly spellers,

 nervous test-takers,

 abstainers,

 remainers,

 fearless lion tamers

 - to the dodgeball players,

 gymnasts and dancers,

 long distance walkers,

 incessant talkers ...

 - to the Burger King queens

 - to the theatre goers

 - to the photo finishers

 - to the spoon and egg winners

 - to the top-score recorders,

 sandcastle builders,

 lyricists,

 actors,

 sharers and carers

 - to the models from Misano,

 scouts,

 all cat lovers,

 strong business women,

 dishwasher stackers

 - to the wannabe football players

 - to the silent contemplators

 - to the question askers,

 code breakers,

 readers and makers ...

 (from the lost to the late)

 (from the loud to the quiet)

 - to all wordsmiths in waiting

 - it’s time for a riot!

Build your fire big ragazzi

 

Sarah – February 2019



Progetto Educhange: lezioni CLIL in lingua spagnola

A partire dal 14 gennaio 2019, le classi del Liceo hanno accolto José Ciro Cardona, proveniente dalla Colombia e di lingua madre spagnola, che sta svolgendo, attraverso il progetto interculturale "Educhange", attività di volontariato per la valorizzazione della lingua straniera spagnola e dell'intercultura. Nello specifico José, attraverso il metodo CLIL, ha implementato attività didattiche nella propria lingua madre in maniera interattiva, in modo da sviluppare le competenze di ascolto e di comprensione della lingua straniera negli studenti coinvolti. 

José si è dimostrato subito molto preparato e capace di comunicare le sue passioni agli studenti, migliorando la loro padronanza della lingua spagnola. Il Liceo ha predisposto, in accordo con gli insegnanti coinvolti, un calendario delle attività che comprende lezioni interattive in lingua spagnola attraverso metodologia CLIL in scienze naturali e scienze motorie, attività di compresenza e supporto linguistico in spagnolo durante le lezioni dedicate a tale lingua, lezioni pomeridiane volte alla preparazione della certificazione linguistica DELE A2, B1 e B2 e incontri pomeridiani dedicati all'approfondimento di strutture grammaticali e momenti di interazione orale in lingua spagnola.

Durante il suo soggiorno José ha mostrato serietà e professionalità nello svolgimento delle sue attività oltre a entusiasmo e disponibilità, impegnandosi fin da subito anche allo studio della lingua italiana per volontà e curiosità personale.

José ha svolto anche attività di compresenza durante le lezioni mattutine di lingua spagnola nelle classi I, II, III, IV e V tenute della prof.ssa Consuelo Calcagnini, supportando la docente durante le proprie lezioni e tenendo lezioni vere e proprie nelle singole classi sui seguenti argomenti:

Classe I: lezione sulla Colombia e los acentos e lezione dedicata all'introduzione all'uso dei tempi del passato;

Classe II:  lezione sulla Colombia e los acentos e lezione sul racconto Rin rin renacuajo;

Classe III: lezione sulla Colombia e los acentos e lezione su Harry Potter di J. K. Rowling;

Classe IV: lezione sulla Colombia e los acentos e lezione su Gabriel Garcia Márquez e Cien años de soledad;

Classe V: lezione sulla Colombia e los acentos e lezione sull' acentuación.



19/01/2019

Premiazione VI edizione Looking for Talent

Ecco i primi dieci classificati alla VI edizione del concorso Looking for Talent organizzato dal Liceo San Pellegrino! Oggi, durante la premiazione, i ragazzi hanno ricevuto un premio in denaro e una copia del dizionario Zanichelli! Un grande applauso a questi bravissimi ragazzi! 

Ringraziamo inoltre di cuore la casa editrice Zanichelli per il generoso regalo che ci ha fatto.


07/12/2018

Il San Pellegrino accoglie gli studenti australiani con corsi di italiano


Da qualche giorno 17 studenti e tre docenti del Saint Mary Priory Servite College di Perth sono in visita presso il Liceo, seguendo alcune lezioni nelle classi IV e V, e approfondendo la conoscenza della lingua italiana con corsi preparati ad hoc.

Oggi gli studenti di classe IV hanno accompagnato i coetanei australiani per il centro storico di Rimini, facendo da ciceroni in lingua inglese e mostrando le bellezze della città (il Tempio Malatestiano, l'arco di Augusto, il ponte di Tiberio, etc.). 

Ecco il messaggio che le docenti australiane ci hanno mandato, che riassume le attività di questi giorni:

"Seventeen students from Perth have arrived to spend time immersing themselves in the language and culture of Italy. We have been warmly welcomed by the staff and students from FUSP.

Each morning, our students have the opportunity to participate in an intensive language programme offered by the staff and Principal, Signora Vanna Cilla Brown of FUSP. These classes are usually followed by an opportunity to observe authentic Italian school life. In this instance, our Australian students are able to share these experiences with the students from your school in Misano.

It is always a privilege for us, to continue this important Servite relationship and we hope that, each time, our connection becomes stronger".



20/11/2018

I commercialisti spiegano lo spread 

agli studenti del liceo San Pellegrino

Percezione e conoscenza del mondo finanziario del suo rapporto con le persone e la vita di tutti giorni. Un questionario per fotografare le competenze degli studenti e migliorarle. E' partito oggi nel nostro liceo il ciclo incontri educazione finanziaria per giovani, realizzato dall’associazione "My Mind My Investment".

 Valutare e migliorare le competenze dei giovani sul mondo della finanza. Dalla consapevolezza degli strumenti finanziari d’uso comune, il 35% degli studenti di 15 anni è titolare di un conto corrente e il 37% di una carta prepagata (indagine europea PISA), per arrivare alla conoscenza di termini quali azioni, obbligazioni, risparmio gestito o spread. È questo l’obiettivo dell’incontro d’educazione finanziaria, svoltosi oggi, 20 novembre 2018, con gli studenti del biennio superiore del liceo linguistico FUSP San Pellegrino e organizzato dall’associazione italiana di commercialisti, "My Mind My Investement".

Prima degli interventi dei tre relatori - il commercialista Stefano Fabbri, presidente dell’associazione, il suo vice Claudio Botteghi, tutor didattico presso la Scuola di Economia, Management e Statistica di di Rimini e Forlì e Franco Bulgarini, responsabile del settore investimenti dello studio di consulenza aziendale "Skema" di Rimini - agli studenti è stato distribuito un questionario. Strumento costituito da 13 domande chiuse, mirato a identificare il livello di alfabetizzazione economico/finanziaria dei ragazzi. Il questionario sarà nuovamente sottoposto agli studenti la prossima settimana, in modo da misurarne impatto e efficacia. Contestualmente, i ragazzi saranno chiamati a svolgere un breve tema su questi argomenti. I tre lavori considerati più interessanti dal comitato scientifico di "My Mind My Investement", saranno premiati con tre buoni validi per l’acquisto di libri.

"Devo ringraziare la scuola e la sua preside Vanna Cilla per disponibilità e attenzione. Dobbiamo fare molto nel campo dell’educazione finanziaria. Nella UE i nostri ragazzi viaggiano oggi al confine della top ten della competenza finanziaria e sono leggermente inferiori alla media dei 10 paesi ed economie dell’OCSE – spiega Stefano Fabbri – se osserviamo il dato del 2017, nel quale i prodotti di risparmio gestito collocati nel nostro paese hanno superato la soglia dei 2.000 miliardi di euro, quasi il doppio rispetto al 2012, ci rendiamo conto di doverli preparare a affrontare con conoscenza e consapevolezza, al rapporto con il denaro e il suo migliore utilizzo".



15/11/2018

Studenti australiani in visita al San Pellegrino

A partire da mercoledì 5 dicembre il Liceo Linguistico San Pellegrino ospiterà per una settimana 17 studenti e 3 docenti della scuola superiore servitana di Perth, Australia. Gli studenti australiani hanno già iniziato a prendere contatto con i nostri studenti delle classi terza e quarta inviando delle brevi presentazioni ai nostri studenti via mail.

La scuola australiana è entusiasta di questa collaborazione e si sta organizzando da circa un anno per pianificare al meglio ogni attività. Lo studio della lingua italiana è una delle materie curricolari della scuola e questa collaborazione offre l’opportunità di importanti scambi linguistici per entrambi gli istituti. 

Anche i nostri studenti si sono dimostrati particolarmente coinvolti e hanno prontamente risposto ai loro nuovi compagni, inviando brevi messaggi e presentazioni con cui potersi conoscere.

Dal 1958 il college si occupa dell’istruzione e della formazione di studenti e studentesse basandosi sui valori comuni della rete internazionale di scuole servitane, che sono: coraggio, carità, ospitalità, rispetto, giustizia e pietà.

Durante la settimana che trascorreranno al San Pellegrino, sono previste per gli studenti australiani delle lezioni di lingua italiana, alcune lezioni con gli studenti delle classi terza e quarta, una visita alla città di Rimini, una serata con visione di film inglese e aperitivo/cena con gli studenti del San Pellegrino. Sono previste anche diverse attività ludiche insieme ai nostri studenti.



10/11/2018

Visita guidata alla mostra "Courbet e la natura"

 

Sabato 10 novembre 2018 tutti le classi del Liceo hanno visitato la mostra "Courbet e la natura" a Palazzo dei Diamanti a Ferrara, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara.

Palazzo dei Diamanti ha reso omaggio al grande artista francese Gustave Courbet, padre del Realismo, in occasione del bicentenario della sua nascita, attraverso circa cinquanta tele provenienti dai più importanti musei internazionali.

La mostra racconta la carriera del grande maestro francese approfondendo, in particolare, la sua ampia produzione di paesaggi ed esplorando il suo singolare rapporto con la natura.

La visita alla mostra a Ferrara ha consentito agli studenti di avvicinarsi alla bellezza dell’arte di Courbet, ai suoi paesaggi magistrali, attraverso un’esperienza diretta e vissuta in prima persona, accompagnati da guide molto preparate e condividendo una giornata di scuola diversa dal solito.



08/11/2018

DNA Fingerprinting Lab At Opificio Golinelli

Who said foreign languages and science don’t get along?

The year 5 students of Liceo Linguistico San Pellegrino proved it wrong.

On Thursday, 8th November they visited Opificio Golinelli in Bologna, where they had the opportunity to take part in a four-hour DNA fingerprinting lab.

The lab, which consisted of a theoretical lesson and a chemistry experiment, was completely held in English by a specialist in the field, following the CLIL (Content and Language Integrated Learn-ing) methodology.

During the experiment, the students reproduced the key steps of fingerprinting tests carried out in real research laboratories: digestion with restriction enzymes, electrophoresis and comparison of DNA samples.

The experiment simulated a murder investigation, and the students had to unmask the culprit using the evidence on the crime scene.

It was so captivating that, while working as chemists, some of the students also tried to interpret what the specialist was saying (from English into Italian and vice versa), combining the educational with the pleasurable!