Liceo Linguistico
in evidenza
70 anni di Costituzione

Il Miur consegna a ciascuna studentessa e a ciascun studente una copia del testo della Costituzione.

continua
Esame di Stato 2017-2018

Documento 15 maggio

Si allega il documento del 15 maggio, anno scolastico 2017-2018

continua
Libri di testo

Pubblichiamo l'elenco dei libri di testo del Liceo linguistico San Pellegrino per l'anno scolastico 2018-2019.

continua

Incontro con Asmae Dachan

Martedì 24 aprile 2018

La giornalista italo-siriana Asmae Dachan incontrerà le studentesse e gli studenti del Liceo per aprire una finestra di conoscenza sul conflitto siriano.

Biografia

Asmae Dachan, giornalista professionista e scrittrice italo-siriana. 

È stata direttore responsabile del mensile marchigiano ML – Mondo Lavoro ed è creatrice e autrice del blog Diario di Siria

Dal 2016 lavora come freelance per diverse testate regionali e nazionali, tra cui Avvenire, The Post Internazionale, Il Fatto Quotidiano e Panorama. Nel 2017 diventa volontaria soccorritrice della Cri Comiato di Castelplanio.

Nel 2016 riceve il premio Forum delle Giornaliste del Mediterraneo e il premio della giuria al Concorso Giornalisti del Mediterraneo con il reportage pubblicato su Panorama: “Io, nella tana degli uomini bomba”.

Nel 2015 l'Ordine dei Giornalisti delle Marche le assegna il premio 'A passo di notizia' per i suoi reportage in Siria. Al premio è annessa la mostra fotografica “Siria, tra macerie e speranza”.

Nel 2014 riceve il Master honoris causa in giornalismo assegnato dalla European Muslim League e dal IUOP International University of Peace.

Vincitrice del Premio Universum Donna 2013 – sezione giornalismo, ha ricevuto la nomina a vita di Ambasciatrice di Pace della University of Peace Switzerland.  

Asmae Dachan è autrice anche del libro “Il silenzio del mare” pubblicato da Castelvecchi.

 

Il silenzio del mare

È un romanzo che attinge alla drammatica realtà della guerra in Siria.  

Due fratelli, Fadi e Ryma, si uniscono al movimento pacifista che nasce segretamente nei campus universitari e che coinvolge giovani e lavoratori. Iniziano un impegno attivo per la difesa dei diritti umani, sognando che la Siria riacquisti la libertà e si affranchi dall’oppressione della dittatura. Siamo nel 2011 e il loro sogno svanisce in breve. Scoperti e minacciati dal regime, sono costretti a fuggire dalla repressione che presto si trasforma in una feroce guerra, a cui si aggiunge l’orrore del terrorismo. Si imbarcano in Libia, alla volta dell’Italia, ma durante la traversata accade una tragedia e Fadi arriva a terra da solo. Il destino di Ryma resta avvolto dal silenzio del mare. In Italia il giovane siriano viene accolto da un pescatore e da una giovane dottoressa. I loro destini si intrecciano in modo inaspettato. Ognuno cerca nell’altro le risposte ai suoi perché, e mentre in Siria si continua a morire, un evento inatteso sconvolge la nuova vita di Fadi e dei suoi amici.

L’amor di patria e la nostalgia, il bisogno di sentirsi riconosciuti come esseri umani, la ricerca del senso della vita e della morte, intessono la trama di questo romanzo, che si ispira a storie vere.

Looking For Talent III